news





  • AICS Sportinfiore - Campionato Nazionale di Judo Open – Riccione 4-5 maggio 2019

    In occasione del bellissimo allestimento del Play Hall di Riccione per i Campionati Nazionali di Judo AICS, la Polisportiva Riccione, Venerdì 3 maggio, sotto la guida del D.T. Maestro 6° dan Maurizio Velastri e del responsabile della sezione judo Giuseppe Longo, istruttore 3° dan, hanno organizzato il consueto appuntamento annuale per l'esame di cintura e la relativa cerimonia di consegna con il caratteristico lancio delle vecchie cinture.

     

    Nell'evento sono stati coinvolti ben 62 atleti dai 4 ai 50 anni. Gli esami sono stati gestiti da due commissione, una seguita dal D.T. M° Maurizio Velastri e l'altra dall’insegnante tecnico 3° dan Alberto Belligotti del Sakura Rimini.

     

    Tutti gli atleti hanno preso con grande serietà l'impegno dell'esame di cintura e come ogni anno i bambini si sono emozionati e hanno emozionato i presenti. " L'esame di cintura è l'atto conclusivo di un ciclo che varia dai 4 agli 8 mesi circa di attività con i bambini e gli adulti. Per i più giovani è un modo per responsabilizzarli e dargli una seria e concreta motivazione. Per loro il cambio di cintura o anche la sola striscia dorata che diamo ai bimbi del baby judo di 4/5 anni, è un vero e proprio cambio di status. Abbiamo visto tutti molto motivati e ogni bimbo ha fatto del suo meglio in relazione alle proprie capacità atletiche e cognitive. Fra i ragazzini più grandi che si sono affacciati da poco all'agonismo o che lo faranno nei prossimi anni abbiamo invece potuto notare una bella evoluzione di tecnica ma soprattutto motivazionale. Fra gli amatori invece, quasi tutti al primo o secondo anno di attività abbiamo constatato un fortissimo impegno e voglia di far vedere che nei mesi precedenti avevano arricchito il loro bagaglio tecnico e culturale." commenta il responsabile della sezione Giuseppe Longo.

     

    L'esame è stato seguito da una piacevolissima sera conviviale tenuta con un catering presso la bocciofila di Riccione, gentilmente concessa dal circolo.

     

    Sabato 4 maggio, invece, è in iniziato il Campionato Nazionale AICS che ha visto in totale 5 atleti agonisti e 14 preagonisti facenti parte della sezione judo della Polisportiva.

     

    Fra i primi la Polisportiva ha portato a podio solo la giovanissima Federica Bugli (classe 2007, categoria - 63 kg) la quale si è aggiudicata un meritatissimo argento. Hanno solo sfiorato il podio i due senatori della sezione, Michelotti Simone e Tencati Cecilia, che pur facendo un’ottima gara hanno entrambi perso prima la semifinale e poi la finalina per il bronzo. Lontani dal podio, ma comunque con un’ottima prestazione, i meno esperti, Dominici Matteo e Puglia Alessandro. "Siamo relativamente soddisfatti della prestazione, da una parte perché il Campionato Nazionale AICS non era nel nostro calendario fino a tre settimana fa e quindi la nostra preparazione puntava ad obiettivi successivi, poi, soprattutto per i nostri cadetti, Michelotti e Tencati, è stata una gara più dura del previsto, con numerosi atleti anche medagliati recentemente ai campionati federali, e nonostante ciò sono riusciti ad avere una posizione di prestigio anche se senza medaglia. Fra i giovanissimi Federica ha sicuramente dimostrato di poter fare bene in futuro, ma anche Alessandro e Matteo stanno maturando e migliorando la loro condizione psicologica di approccio alla gara.".

     

    Buone sensazioni sono arrivate dai preagonisti, alcuni alla loro prima esperienza fuori dal proprio dojo, che invece si sono confrontati domenica 5 sui tatami del Play Hall, con i seguenti risultati:

     

    Primi classificati: Fratti Manuel, Falcone Leonardo, Longo Sofia

    Secondi classificati: Bertozzi Viola, Celli Anita, Gini Simone, Maccioni Celeste, Marinelli Carolina e Mendes Valdana Lucas;

    Terzi classificati: Castelluccia Angelica, Lo Conte Giulia, Marotta Christian, Serino Bianca e Georgescu Denis.

Federica B.jpg

Leonardo.jpg

Anita C1.jpg

Viola B.jpg

Gruppo esame.jpg