news





  • Memorial Loris Romagnoli - Cesena

    Domenica 28 gennaio la sezione judo della Polisportiva Riccione ha portato a termine la prima trasferta del 2018, rimanendo in Romagna. I tre agonisti del gruppo, infatti, si sono misurati in una bella manifestazione organizzata dal Kodokan Cesena. Per Morgana De Paoli e Simone Michelotti è iniziato un nuovo percorso, giacché entrambi hanno fatto un salto di categoria di classe, passando rispettivamente agli under 14 e agli under 18. Mentre Cecilia Tencati prosegue fra gli under 18, forte di un primo anno di esperienza nella classe cadetta.

     

    Morgana De Paoli si è confermata un’ottima atleta che con la conquista di questo trofeo ha dimostrato che anche fra gli esordienti B potrà primeggiare raggiungendo la finale ai campionati italiani che si terrà il prossimo dicembre.

     

    Anche Cecilia Tencati ha raggiunto il podio, affrontando tre avversarie e superandone nettamente due. Purtroppo durante la semifinale la riccionese ha perso un incontro dopo essere passata in vantaggio, si è fatta recuperare e in seguito, al Golden Score (i tempi supplementari), ha fatto un grave errore d’inesperienza che ha permesso all'avversario di marcare ippon.

     

    Per Simone Michelotti niente podio alla sua prima esperienza fra la classe cadetta. Si è dovuto scontrare con un judo sicuramente più maturo al quale si adatterà ben presto, avendo qualità eccelse come ha sempre dimostrato.

     

    "Già da domani riprenderemo il nostro lavoro in palestra con tutti i ragazzi, perché per ognuno di loro abbiamo obiettivi ben precisi in funzione delle loro caratteristiche. Per il momento siamo molto concentrati su Simone e Cecilia i quali dovranno affrontare la qualificazione ai campionati italiani il 25 marzo. Il tempo non è molto è dobbiamo calibrare bene allenamenti e gare di preparazione per arrivare al massimo della forma. Come prima gara del periodo siamo soddisfatti. Cecilia poteva vincere la categoria ma per delle discutibili decisioni arbitrali il combattimento si è prolungato e alla fine ha commesso un errore di troppo. Simone, pur affrontando un atleta all’ultimo anno della classe cadetta, ha perso solo di poco soccombendo solo grazie ad un po' di esperienza in più dell'avversario. Per Morgana teniamo le dita incrociate e puntiamo a risultati di assoluto prestigio, anche perché sarà l’unica rappresentante della Polisportiva al trofeo Italia di giugno che organizzeremo al Play Hall di Riccione. I ragazzi si stanno impegnando molto e siamo sicuri di riuscire a raggiungere tutti i risultati previsti come lo scorso anno" commentano i tecnici della Polisportiva.

CeciPodio.jpg

Gruppo1.jpg